giovedì 17 marzo 2011

Intrecciamo l'Italia?







Bene amici miei, la carissima Antonella ha indetto un contest con il tema Auguri Italia per i suoi 150 anni.

Non mi soffermo sulla tematica politica per dirò solo una cosa... Credo che il nostro paese è tanto bello quanto terribile è il popolo che lo abita.. si lamenta è basta, critica ma non propone, si lamenta ma non agisce, quando ha qualcosa guarda quello che gli manca.. Io amo il mio paese, secondo me tra la cucina, le città, il mare, le montagne etc, siamo i migliori al mondo. Ma si sa, chi ha il pane non ha i denti...

Vi propongo una ricetta oggi che mi ha massacrato fisicamente... credo di aver lavorato la pasta per almeno un'ora e ho tentato la famosa prova velo dopo che mi sono messo a leggerla per bene qui dalla mia amica Cranberry.. quindi evito di entrare nei dettagli, la sua spiegazione batte anche un libro di cucina :)

Ho deciso di fare una treccia salata tricolore. Un filoncino verde, uno rosso, uno bianco.. il motivo è semplice:


  • verde, il nord italia con le sue pianure, il verde delle Alpi e della pianura, il verde della laguna Veneta
  • bianco, il centro, con il suo colosseo, la città che è stata capitale del mondo.. il bianco dell'antica gloria romana e del bianco degli appennini 
  • rosso, il sud.. il pomodoro, il sole, le spiaggie, il caldo, la passione
L'Italia come ben sappiamo è culturalmente molto diversa e spesso anche regioni confinanti non ci azzeccano molto ^_^ per cui ho ben pensato di inserire nell'impasto del Nord, a base di spinaci, un ripieno Sud, a base di pomodoro, mentre nell'impasto del Sud, a base di pomodori, un ripieno da Nord, mentre il centro secondo me è perfetto così e nn cambio una virgola per cui impasto da Centro, bianco, con ripieno da Centro, a base di mozzarella e ovviamente il pecorino romano :)
Poi dentro di me penso.. fare tre focaccine ripiene così nn mi dice nulla. Poi penso al tema e a come ho gestito il simbolismo dell'Italia con i colori ed i sapori e allora penso: cacchio l'Italia è stranamente così divisa ma così unita allo stesso tempo.. per cui perchè non intrecciare i tre impasti ? bene questa è stata la fine e consiglio di fare questa operazione a 4 mani altrimenti è un disastro e avevo farina anche nel pavimento e nei capelli ahahhaah


Bando alle storie di un ordinario pomeriggio di follia e passiamo alla ricetta :

Treccia salata tricolore

Ingredienti per l'impasto base:
  • 250gr di farina bianca
  • 150gr di farina Manitoba
  • 1 cucchiaino colmo di sale
  • 15 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero  (di canna su consiglio del pulcino)
  • 20 gr di burro
  • 100 ml di acqua tiepida
  • 100 ml di acqua frizzante
Ingredienti per l'impasto rosso SUD:
  • 2 cucchiaini di salsa di pomodoro
  • 3 cucchiaini di paprika dolce
  • olio q.b.
  • sale q.b.
Ingredienti per l'impasto verde NORD:
  • due cucchiaini di spinaci sbollentati e frullati
  • olio q.b.
  • sale q.b.
Mescolate le farine. Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida assieme allo zucchero di canna e 2 cucchiai del misto di farina, mescolate e lasciate a riposo 15 minuti circa. Fate la solita fontana con la farina e inserite l'acqua in cui avete sciolto il lievito, poco alla volta fino a che è si assorbe quindi aggiungetene altra. Aggiungete ora l'acqua frizzate anche questa poco alla volta. Lavorate almeno 10 minuti il tutto. Prendete il burro ache avrete ammorbidito a temperatura ambiente e univeti il sale e spezzettatelo. Ora come scrive Cranberry 
"Sistemate l'impasto sul tavolo da lavoro, allargatelo e inserite il burro morbido al centro. Impastate con vigore e di nuovo inserite altro burro; questa operazione va fatta in 3 anche 4 tempi in modo tale da far assorbire per bene il burro nell'impasto.
Lavorate con vigore l'impasto come quando fate il pane e frizionatelo ( come scrive Tery:"Per frizionare, mettete l'impasto sul piano e con il fondo del palmo della mano destra, premete l'impasto e spingetelo in avanti come per stenderlo (in pratica spiattellatelo sulla spianatoia!). Con la mano sinistra impugnate una paletta rigida e, quando frizionate bene l'impasto, utilizzatela per raccogliere di nuovo tutto, tirando verso di voi. Girate l'impasto di 90° e continuate a frizionare finchè non avrete inserito tutto il burro." )" 
    Dividete ora l'impasto in tre parti uguali e unitevi i coloranti (pomodoro/paprika dolce nell'impasto SUD, spinaci nel NORD, il bianco resta come la pasta inziale) e lavorateli altri 10 minuti per far assorbire bene il tutto ( qui vi servirà altra farina sennò è troppo molliccio).
    Fate una pallina con ogni impasto, una croce sopra, metteteli in tre ciotole e coprite con un canovaccio umido e tenete al caldo per almeno un'ora.


    Prepariamo ora i ripieni

    Ingredienti per il ripieno SUD:
    • 10 pomodorini tagliati a metà
    • 3 cucchiai di salsa di pomodoro
    • olio q.b.
    • sale q.b
    Ingredienti per il ripieno NORD:
    • 300 grammi di spinaci sbollentati 
    • 1 uovo
    • 50 ml di panna da cucina
    • sale q.b.
    Ingredienti per il ripieno CENTRO:
    • 200 gr di mozzarella a cubetti
    • 50 gr di pecorino romano grattuggiato
    • 1 uovo
    • sale q.b.
    Stendete con il mattarello le tre paste colorate fino a che otterrete dei rettangoli lunghi 40 cm circa e larghi 15 (insomma tirate fino a che potete :) )
    Mescolate gli ingredienti per ogni ripieno (separatamente ovviamente :)) e distribuite il ripieno NORD nelli'impasto SUD, il ripieno SUD nell'impasto NORD, e il CENTRO nel CENTRO.... O insomma metteteli come volete voi ecco :p a discrezione vostra.. se siete folli totalmente da provare sta ricetta infinita :p

    Chiudete gli impasti per bene e tenetevi la farina a fianco ed aggiungetela a pioggia sui 3 rotoli di pasta in modo da non averli troppo umidi (altrimenti si potrebbero rompere se li sollevate). Appoggiateli sopra un foglio di carta da forno uno accanto all'altro ed intrecciate (io l'ho fatto a 4 mani).


    Mettete il tutto in una teglia da forno usando come supporto la carta da forno. Lasciate lievitare ancora 30 minuti. Spennellate con un misto di 1 tuorlo e 50 ml di latte fresco. Infornate in forno già preriscaldato a 180°C per 30 minuti (prova stecchino). Sfornate e lasciate riposare per 30 minuti.. usate sempre la carta da forno per sollevare e spostare la treccia.


    Ok il lavoro è stato devastante (iniziato alle 15.30, infornato alle 19.15) ma il risultato decisamente superiore alle aspettative.. e' particolarmente mordibo e leggero e anche nelle parti senza ripieno la pasta è morbida, sembra una specie di brioche (come consistenza) ma leggera ed insaporita alle verdure.
    Ve la consiglio per una cena con più persone, è molto ad effetto :D
    Lo so il rosso non è rosso ma arancione :( ma nn sono riuscito a farlo più rosso.. uff.. vabbè c'ho provato




    ecco a voi una fettina :D











        17 commenti:

        Federica ha detto...

        "Chi ha il pane non ha i denti e chi ha i denti non ha il pane"...i nostri nonni avevano ragione!
        Per esempio io adesso i denti ce l'ho ma il pane no! O meglio, ho il pane in cassetta ma mica questo po' po' di trecciona tricolore? E ti credo paparotto che è stata un'impresa intrecciarla, anche i pomodorini interi ci hai infilato dentto. Ma che soddisfazione addentare quella fetta, calda appena sfornata :D!
        Sei troppo avant per me, un baciotto grosso grosso

        Giada ha detto...

        E' bellissima e mi ha fatto venire l'acquolina in bocca! Ho appena finito di cenare ma mi si è riaperto lo stomaco...
        :-P___

        gloria cuce' ha detto...

        Bravissimo!
        Anch'io tempo fa ho fatto la treccia di pane farcita ma questa tua versione è golosissima!

        Massaia Canterina ha detto...

        Beh...il rosso dell'impasto sarà anche un arancione, ma la fetta che ci hai virtualmente offerto è strepitosa! Che golosità, con quei ripieni!
        Sìssì'! Mi piace proprio!
        E poi a livello simbolico è davvero il massimo: nord-centro-sud, i colori, gli ingredienti, l'intreccio...
        Hai pensato a tutto!!! E come in un puzzle, tutto ha il suo perchè!

        Fantastico!

        A presto!
        Elisa

        Patrizia ha detto...

        Stavolta ti sei proprio sbizzarrito eh??? Veramente bella e sicuramente non facile da realizzare, ma ti è venuta alla perfezione!!! Immagino che buoni i tre ripieni!!!!
        Veramente bravooooooo!!!! Un bacio e buona notte...

        Simona ha detto...

        che idea invitante e golosa l'appunto a presto Simmy una tua nuova lettrice

        Simona ha detto...

        snestiche idea invitante e golosa l'appunto a presto Simmy una tua nuova lettrice

        piccoLINA ha detto...

        urchi urchi..... che buoooona!!!!!!

        speedy70 ha detto...

        Alessandro caro, qua hai proprio superato te stesso; è una meraviglia questa treccia, gustosissisma e tricolore!!!! Complimentissimi!!!!!!!!!!!!!

        ranapazza65 ha detto...

        Ma che bella trecciona hai sfornato bravissimo!!
        Un bacione
        buon fine settimana anna

        Alda e Mariella ha detto...

        Che carina questa treccia tricolore...complimenti per la fantasia! Bravo Papero!
        Alda e Mariella

        Gianni ha detto...

        Bravo Ale, finalmente un'impasto degno di nome! Bello impastare vero?? Il rosso è difficilino da fare...vedi i miei gnocchi....ma lo sforzo ti premia! Complimenti!

        lucy ha detto...

        ottima idea!veramente bellissima e sono pronta a scommetere buonissima1un ottimo omaggio all'italia!

        antonella ha detto...

        grazie per aver partecipato al mio contest con questa tua gustosa ricetta
        baci

        Eleonora ha detto...

        ma che bella la trcciolina ripienina!! slurpi! figlio snaturato! alla mamma manco un pezzetto?

        smack

        maria luisa ♥ ha detto...

        Ma quanto lavoro per questa treccia, ma il risultato è ottimo, bravissimo papero, buona settimana!

        LAURA ha detto...

        Ciao, vorrei invitarti a partecipare al mio primo contest:
        FINALMENTE E' PRIMAVERA!!!
        http://zampetteinpasta.blogspot.com/2011/03/finalmente-e-primaverail-mio-primo.html
        Ti aspetto!!!