giovedì 30 giugno 2011

Tanta frutta per crostata, sangria ed.. amici






Ci siamo conosciuti anni fa io e Roberto... per caso, ero appena arrivato a Trieste, ero un altro io 4 anni fa, ma già quella sera che si era fuori tutti insieme abbiamo chiaccherato un sacco, ma poi compagnia diversa, gente diversa e nn ci si becco più... Poi dopo 2 anni ci si incontra di nuovo e conosco pure Alessandro e anche lì altra super chiaccherata.. e da lì tutti i fine settimana si iniziò ad uscire, a fare festa (sono i miei due diavoletti  che mi portano sempre a fare le 6 della mattina in giro per feste e discoteche ^_^). Vero, con loro ci si diverte credo come con pochi, oramai sono un marchio di fabbrica. 

Ma poi non ci si sofferma solo sul "ci divertiamo un sacco insieme" c'è un'amicizia profonda che ci lega fatta di silenzi intelligenti e di poche parole usate sempre al momento giusto che ci fanno capire come in realtà ci conosciamo bene e ci vogliamo bene perchè non occorre fare tanto chiasso per dimostrare un'amiciza.. bastano pochi gesti, quatitativamente ridotti ma qualitativamente elevati. Perchè dopo un'assenza dalla terra Italiana per più di 6 mesi (causa lavorativa che li ha fatti emigrare a Barcellona) sono tornati e sembra che non siano mai andati.. e questa è amicizia vera, anche se ti allontani fisicamente, non cambia nulla.

Infatti il loro ritorno è stato segnato immediatamente da un abbraccio, da un brindisi e da una chiaccherata.. per quale scopo? non per raccontarsi e basta ma sopratutto per supportarsi e vicenda... e sopratutto in questo periodo che ho attraversato loro sono stati una presenza discreta ma favolosa :) e di questo me ne ricorderò per sempre. Diciamo che i nostri sabato sera sono stati tutto tranne che discreti e anche di questo li ringrazio perchè mi hanno fatto stare BENE :).

Siccome festeggiano il compleanno insieme ho deciso di fare loro un regalo aggiuntivo, ovvero di fare loro una torta.. sapete che per me cucinare equivale ad una forma di affetto. Quindi cucinare qualcosa per qualcuno per me è un gesto di affetto fortissimo. Ovviamente la festa era spagnola data la loro permanenza a Barcellona per cui avevano preparato un sacco di favolosi piatti spagnoli ma sopratutto la SANGRIA  piena di frutta... quindi ho deciso, anche per accontentare i loro gusti "no pan di spagna, no ciliegia, etc", di fare una super crostata piena di frutta. Diciamo la mia classica crostata con la frolla che "frolla bene" e si frantuma per la presenza della farina di cocco e la mia crema (pasticcera aromatizzata al cocco e piccol aggiunta di ganache bianca, circa 80 ml su 600 ml di pasticcera)

Crostata Ale e Roby

Ingredienti:

  • 200 gr di farina (povera di glutine)
  • 100 gr di burro
  • 1 uovo
  • 40 gr di zucchero semolato
  • 60 gr di zucchero a vero
  • 30 gr di farina di cocco
  • sale q.b
Pasticcera al cocco
  • 500 ml di latte
  • 5 tuorli
  • 50 gr di farina
  • 40 gr di farina di cocco
  • 120 gr di zucchero
  • 100 gr di yogurt al cocco
  • pizzico di sale
Ganache al cioccolato bianco
  • 60 gr di cioccolato fondente
  • 60 ml di panna fresca
  • 10 gr di burro
Decorazione:
Frutta a volontà (poco più di 2 kg):
  • 2 confezioni di albicocche sciroppate
  • 1 confezione di ananas  sciroppato
  • 1 confezione di pesche sciroppate
  • 250gr di mirtilli
  • 250 gr di more
  • 250 gr di lamponi
  • 250 gr di fragole
  • gelatina (preparato tortagel)
  • caramello (250 gr di zucchero )
Procedimento:
Mecolare velocemente il burro freddo tagliato a pezzettini con lo zucchero, la farina e la farina di cocco, quando si ottiene un composto friabile si aggiunge l'uovo un pizzico di sale. L'importate è essere veloci in modo che la pasta non si scaldi troppo dato, dato che la lavorate con le mani. La miglior pasta frolla si ottiene con burro freddo e con una rapida lavorazione. Avvolgete quindi con la pellicola trasparente e mettete a riposare in frigorifero per 1h. Prendete ora la pasta stendetela con il mattarello, mettetela nella tortiera imburrata ed infarinata, bucherellatela con una forchetta e fate la cottura "cieca" ovvero cucinarla senza un ripieno. Prendete quindi della carta da forno e disponetela sopra la frolla e versateci dei legumi secchi. Mettete quindi in forno pre-riscaldato a 180°C per 25 minuti circa.
Nei 25 minuti di attesa preparate la ganache bianca. Versate la panna in una casseruolina e accendete il fuoco a fiamma bassa, la panna NON deve mai bollire. Aggiungete il cioccolato a pezzi ed il burro e mescolate bene fino a quando è tutto sciolto. Spegnete quindi la fiamma e mettete in frigorifero affinchè si freddi per bene.
Prepariamo ora la pasticcera al cocco. Sbattete quindi le uova con lo zucchero fino a che il composto non è spumoso, aggiungete quindi ora il sale e la farina, amalgamate bene e versate il tutto in una casseruola che metterete sul fuoco. Versate ora a filo il latte che avrete già scaldato e mescolate continamente (per evitare la formazione dei grumi) tenendo la fiamma bassa. Quando comincia ad addensare e la pasticcera è ormai pronta, versatevi lo yogurt, cucinare ancora per 1 minuto sempre tenendo mescolato e spegnete il fuoco. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente .

Prendete ora la ganache bianca dal frigo e montatela leggeremente a mano con un frustino e aggiungetela alla crema pasticcera. Versate il tutto nella frolla e mettete in frigorifero mentre vi apprestate a tagliare la frutta. Preparate intanto la gelatina e mettete la casseruolina vicino alla torta
Mettete quindi la frutta sulla pasticcera.. prima di fare ciò però dovete cospargere la pasticcera di zucchero a velo affinchè assorba i liquidi rilasciati dalle fragole. 
Prendete i pezzi di frutta passateli velocemente nella casseruolina con la gelatina e poi disponetela sulla torta.. fate così per tuttl la frutta. Per il cioccolato invece, mettetelo sulla torta e spennellate con della gelatina tiepida così si lucida ma nn si scioglie. :)
Mettete in frigorifero tutta la notte.



8 commenti:

Patrizia ha detto...

La frolla con la farina di cocco non l' ho mai provata e credo che mi tocca rimediare subito se il risultato è questo!!! Una crostata davvero eccezionale per una bella serata tra amici...un bacione!!!

Federica ha detto...

Oh signur! La foto era magnifica e già te l'avevo detto. Ma che ci fosse pure il cocco nella frolla...graaaaaaaande paperotto :D! Questa torta è...è...è...troppo avanti!
Hai fatto davvero un bel regalo ai tuoi amici ma sono contenta soprattutto di quello che loro hanno fatto a te: un we sereno, divertente, allegro, pieno di calore umano e di sostegno. Un abbraccio grande bimbo, TVB

Alda e Mariella ha detto...

Sono fortunati i tuoi amici, Papero, non solo perchè hai preparato per loro una splendida crostata, ma soprattutto perchè ti hanno come amico!
Un abbraccio fortissimo!

titty ha detto...

Ma che amico speciale che hanno!! a me le torte non le prepara nessuno : ((

Elisa ha detto...

Che bello quando sento parlare di amicizia, quella vera, quella che devi aspettare anni per trovarla, mi emoziono sempre, solo da poco ho compreso il detto: "chi trova un amico trova un tesoro", prima pensavo di averne tanti, ma ti accorgi solo nel momento del bisogno che li conti con una mano sola quelli reali.
Grazie per questo post, torta meravigliosa. Bravissimo.
Un abbraccio
Elisa - Zucchero e non...

Angelica ha detto...

Che carino!è un gesto bellissimo da dedicare agli amici di una vita!Anch'io ho quei pochi amici che vedrò forse due volte all'anno, chi in finlandia, chi in america, sparsi in tutti italia, però quando ci si ritrova è sempre un piacere e non dobbiamo ricominciare nulla da capo ma si riprende tutto da dove abbiamo lasciato la volta prima aggiornandoci tra una risata e l'altra...mi hai fatto venire un pò di nostalgia...
spero di vederli presto...

ps: la tua crostata è favolosa davvero in tema!

LAURA ha detto...

Che bella crostata!!!
Fortunatissimi i tuoi amici....un'ottimo modo di festeggiare un'amicizia speciale!!!
Buon we

MyUSICA ha detto...

QUack...Bel blog, complimenti... divento subito un tuo lettore fisso. Ciaooo